Archemilia nasce nel 2009 da un'idea di Baldassarre Giardina, archeologo con dottorato europeo in storia dell'arte e archeologia. Dopo diversi anni di esperienza di scavo in Italia e all'estero, decide di dedicarsi alla didattica scolastica presso il Museo Archeologico Nazionale di Parma e l'area archeologica di Veleia. Con lui collaborano il Dott. Francesco Bandini, la Dott.ssa Maria Grazia Fiorini e la Dott.ssa Paola Fuselli. Nel 2010, presa la licenza di guida turistica per le aree di Parma, Ravenna e Bologna inizia la sua avventura in questo campo non tralasciando l'archeologia. Alle citate persone si aggiungono il Dott. Ivan Fioramonti e la Dott,ssa Agnese Di Donato che, tuttora, collaborano per la parte didattica parmense e piacentina.
Nel 2011 intensifica le visite guidate con varie istituzioni e si aggiunge per la parte dedicata alla musica antica il Dott. Mirco Mungari. Oggi collabora con varie realtà turistiche della regione senza mai tralasciare la didattica scolastica. Dal 2014 collabora con Archemilia, la Dott.ssa Elena Bonesi.

 



Baldassarre Giardina: nato a Bologna nel 1975, laureatosi in lettere classiche indirizzo archeologico con una testi sull'area vesuviana seguita dalla Prof.ssa Daniela Scagliarini, dopo esperienze di studio e lavoro in Spagna (Saragozza) e Germania (Spira) entra nella scuola di specializzazione in archeologia dove è seguito dal Prof.Lorenzo Quilici. I tre anni di dottorato, passati all'Istituto di Studi Umanistici di Firenze, lo vede frequentare i corsi di storia medievale del Prof. Franco Cardini e di storia dell'arte della Prof.ssa Mina Gregori, addottorandosi poi con una tesi sui fari del mondo antico con il Prof.Paul Zanker.
Dopo anni di scavo sul campo (Pompei, Monte Sirai, Itri, Ravenna, Bologna, Nora, Zama) in Italia e all'estero, nel 2009, presi i patentini da guida turistica per le province di Parma, Ravenna e Bologna fonda Archemilia e inizia a lavorare come guida specializzandosi nei palazzi storici bolognesi e non solo. I tour tematici legati ai grandi artisti, agli scaloni monumentali e alla musica a Bologna fanno conoscere Archemilia al grande pubblico allargando i tours ai motori e all'enogastronomia in tutta la regione Emilia Romagna.
 
  

 
COLLABORATORI
 
Elena Bonesi: nata e cresciuta nella Bassa mantovana, si trasferisce a Bologna nel 2001 per frequentarne l’Università, e da allora non ha più lasciato il capoluogo emiliano, divenuto città di adozione. Consegue la laurea triennale in Lettere moderne con il massimo dei voti e la lode (con una tesi in Storia della critica d’arte), quindi quella specialistica in Storia dell’Arte con i medesimi risultati (e una tesi in Storia dell’arte rinascimentale). Consegue poi il Dottorato in Storia delle Idee (con una ricerca di tipo interdisciplinare riguardante la rappresentazione del dolore nelle arti nell’età della Controriforma), conferito dall’Istituto di Scienze Umane di Firenze unitamente all’Alma Mater bolognese, per poi ottenere l’abilitazione all’insegnamento della Storia dell’arte. Dopo un primo soggiorno londinese, durante il quale è assistente di lingua italiana presso una scuola superiore, e un secondo, nella stessa città, per motivi di ricerca, decide di ritornare a Bologna, e si avvicina alle sue realtà museali, svolgendo prima visite guidate nelle esposizioni temporanee e presso lo stabilimento Ducati, per poi abilitarsi come guida nazionale nel settembre 2014 e come accompagnatore turistico nel marzo 2017.
Attualmente svolge l’attività di guida turistica (nelle lingue italiano e inglese) prevalentemente nella città di Bologna, ma anche in altri centri dell’Emilia Romagna; continua le visite guidate presso le mostre temporanee, e si è specializzata nei tour enogastronomici, sempre più richiesti dai visitatori stranieri.
La fruttuosa collaborazione con Archemilia è iniziata nel 2015, riguardando dapprima solo i tour a sfondo storico e culturale, per poi ampliarsi anche a tematiche diverse (per esempio musicali).
  

 
 Ivan Fioramonti: nato a Borgomanero (NO) il 17/06/1978, ha conseguito il diploma di liceo artistico sezione culturale nel 1997, più quinto anno integrativo nel 1998. Laureando in archeologia medioevale presso l’università di Parma in conservazione dei beni culturali.
Dal 1996 al 1998 ha collaborato con l’atelier del Carmine di Novara come apprendista restauratore, dal 2001 al 2006 incomincia la campagna di scavi come apprendista archeologo sulla TAV (Linea alta velocità) con la cooperativa Ars/ Archeosistemi  di Reggio Emilia. Dal 2002 a tutt’oggi inizia una fruttuosa collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Parma come disegnatore di materiale archeologico e collaboratore per diverse pubblicazioni scientifiche; inoltre dal 2003 al 2004 ho svolto il servizio di leva come obbiettore con mansioni di disegnatore, guida, custode e coordinatore di disegno archeologico agli stagisti dell’università di Parma (Parma  Prot. N.2853 Pos. F/74). Nel 2005 collabora con il prof. Paolo Malvisi tramite la soprintendenza archeologica del Museo Egizio di Torino al restauro di una mummia di I-II sec. d.C. situata nei magazzini del Museo Archeologico Nazionale di Venezia. Dal 2007 al 2010 inizia la collaborazione con la ditta Abacus di Parma come operatore archeologico. Nel 2010 inizia la collaborazione sotto la direzione scientifica della Dott. Manuela Catarsi con l’editoria MUP di Parma per diverse ricostruzioni prospettiche della città di Parma in epoca romana. Collabora con Archemilia nel 2011 alla ricostruzione di due modelli in scala 1:200 del faro di Alessandria d’Egitto e di Ostia antica per la mostra Navigare necesse est del Dott. Baldassarre Giardina. Contemporaneamente incomincia nel 2010 e continua tutt’oggi la collaborazione con la ditta Pegaso archeologia di Bologna come tecnico archeologo. Lingue parlate Italiano e Inglese.
 

 


 
Agnese Di Donato: nata il 21/01/1986 a Reggio Emilia dove ha conseguito la maturità classica nel 2005.
Si è laureata a pieni voti nel corso di Laurea Triennale in Conservazione dei Beni Culturali, curriculum classico, con la tesi dal titolo “Il culto di Mitra in Cispadana”, il 1 dicembre 2008 presso la Facoltà di  Conservazione dei Beni Culturali di Ravenna. Nella medesima Facoltà ha conseguito a pieni voti anche la Laurea Magistrale in “Ricerca, documentazione e tutela dei beni archeologici” il 16 marzo 2011, con una tesi dal titolo “Nuovi documenti epigrafici da Reggio Emilia”. Ha frequentato laboratori di disegno delle ceramiche preistoriche e medievali, di archeologia dell’architettura e di rilievo delle strutture archeologiche.
Ha seguito corsi di formazione per l’animazione di giovani e bambini, maturando al contempo una lunga esperienza nella gestione e organizzazione di gruppi di varie età.
Ha partecipato a numerose campagne di scavo con l’Università di Bologna a Monterenzio (BO), San Zaccaria (FC), Classe (RA) e Grotta del Lupo ad Angera (VA). A partire dal 2011 ha lavorato con alcune Cooperative di scavo in cantieri di scavo nelle province di Parma e Reggio Emilia.
Ha superato l’esame di accesso all’esercizio della professione di Guida Turistica per l’Emilia Romagna a Marzo del 2012 e da allora collabora con Archemilia.
Selezionata per il Progetto Leonardo nell’ambito del Bando “Mach your move”, partecipa all’iniziativa di tirocinio trimestrale in Irlanda da Settembre a Dicembre 2013.

Go to top